loading
zoran

ITW: Zoran Filicic

POSTED IN Hot Ice Snowboard COMMENTS 0

zoranIn questa intervista vogliamo presentare Zoran Filicic, ossia il volto freestyle della televisone. Infatti è l’ideatore e il presentatore dei programmi XFree e SnowMag su Sport Italia. Dato che lo conosco personalemente e penso che sia uno dei personaggi che ha dato e sta dando molto al mondo dello snowboard,…

…ho pensato bene di contattarlo per chiedergli una intervista e lui, disponibile e gentile come sempre, ha accettato.



Cristiano -Ciao Zoran, raccontaci un po’ di te?
Zoran -Ciao a te. Raccontare se stessi? Non è mai facile, ti posso dire che sono croato, nato a Milano, ho sempre vissuto per fare sport, prima il basket, poi windsurf, infine lo snow. La fortuna è stata, un giorno, farsi male in tavola, stranamente è proprio in quel momento che inizia il mio lavoro, con un paio di speakeraggi in gare di snow, dopo è stata tutta una serie di coincidenze fortunate, fino a Xfree e Snowmag, le trasmissioni di Sportitalia.



Cristiano -Molte persone conoscono il tuo volto grazie ai programmi che presenti, ma quali sono i tuoi hobby e le tue passioni.
Zoran -Hobby: tanti, tutti i giocattoli elettronici, gli sport, i libri. La passione numero uno: il mare. È sempre stato presente nella mia vita, vorrei tornare a viverci, con Alessandra.

zoran

Cristiano -Ricordo di averti conosciuto nel 2001 ai Mondiali di Snowboard di Madonna di Campiglio, in quella occasione tu eri lo speaker ufficiale della manifestazione; come è nata la passione per questo tipo di lavoro?
Zoran -Per caso, come ti dicevo. Mi trovai ad essere tutto ingessato e c’era una gara, a Campiglio, dove conoscevo tutti, Paolo Fazi mi ha chiesto di dire due parole e non ho più smesso. E’ iniziata così, sono un chiacchierone, la cosa mi è piaciuta e poi è cresciuta giorno per giorno.


Cristiano -Gli sport di cui ti occupi sui tuoi programmi, stanno riscuotendo nel nostro paese un buon interesse da parte di tanti ragazzi, grazie anche a programmi come XFree, come vedi il futuro di questi sport in Italia?
Zoran -In crescita. Il percorso è ancora lungo e difficile, per renderli veramente “grandi” intendo, ma già ora siamo messi bene. In fondo non è tanto importante che si diffondano esponenzialmente, ma credo che la diffusione significhi più fondi per la ricerca tecnologica, per i park, per le figure professionali come la mia, o la tua, per gli shaper, per tutti, insomma. Alcuni “nudi e puri” storcono il naso, ne hanno il diritto, ma io vedo solo vantaggi per tutti, se poi uno vuol continuare a fare il radicale, è libero comunque.


zoran


Cristiano -Parlando di futuro, come immagini e speri il tuo?
Zoran -Spero di crescere ancora professionalmente, di ritornare in chiaro, di fare una trasmissione in grande, poi il sogno è firmare qualche video (chiaramente di snow). Fine ultimo è ritirarmi in Versilia a vivere con l’Ale, con i bambini e fare surf ogni volta che posso.


Cristiano -Domanda di rito…quali sono i tuoi cibi preferiti?
Zoran -Il pesce alla griglia alla maniera dalmata, le cosce di pollo impanate di mia mamma, il sushi, le insalatone dell’Ale.


zoran


Cristiano -Ricordo che dieci o più anni fa per vedere un video di snowboard, skate o altri sport freestyle, bisognava sbattersi come dei pazzi per trovarli in qualche videoteca o negozi di settore. Oggi ci sono una valanga di video che si possono trovare i tantissimi modi….pensi che sia un bene, oppure possono essere diseducativi per i ragazzi che magari si avvicinano ad uno sport freestyle e vedono gli snowboarder o skater che compiono evoluzioni da paura?
Zoran -Diseducativi???? No, i ragazzi devono vedere tutto, poi c’è la cara, vecchia, sacra paura: quello è il limite, bisogna toccarlo piano piano, dopo le prime due cartelle impari a non esagerare, non troppo, almeno. Diseducativi no, però. Sogno comunque che tutti ragionino con la propria testa e non: ”lo fanno gli altri lo faccio anch’io” ma questo è un problema personale, di ognuno di noi, da risolvere dentro la propria testa, i video non c’entrano.

zoran

Cristiano -Siamo giunti alla fine, intanto ti  ringrazio per esserti “prestato” alla mia intervista e perché con i tuoi programmi riesci a trasmettere la passione e dai voce a sport bellissimi che magari non sono ben conosciuti alla grande massa. Ora tocca a te se vuoi salutare ed eventualmente ringraziare qualcuno.
Zoran -Il primo ringraziamento va a te, per avermi posto le domande e per aver aspettato con pazienza che ti rispondessi (quanto ci ho messo? Due mesi?) Poi ringrazio tutti quelli che mi hanno aiutato, che mi hanno fatto passare bei momenti, che mi hanno fatto amare le tavole e il mio lavoro. Un ringraziamento specifico va all’Ale: grazie di sopportarmi ogni giorno e a mio papà. Saluto infine tutti, spero di trovarvi sulla neve, quanto prima. Ciao

Leave a Reply

<p class="must-log-in">You must be <a href="http://www.hoticesnowboard.it/wp-login.php?redirect_to=http%3A%2F%2Fwww.hoticesnowboard.it%2Fitw-zoran-filicic%2F">logged in</a> to post a comment.</p>

More Good Readin

Some other articles you will enjoy.